LOGO - Home Page
Alcuni partner di Safetal - Scopri come diventare Partner!

Condividi questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!

Formazione per rivenditori e installatori di bombole GPL: le regole


Un decreto del Ministero dell’Interno stabilisce requisiti dei soggetti formatori e modalità di svolgimento dei corsi sulla sicurezza antincendio nell’attività di installazione e utilizzo delle bombole.

Con decreto del 15 gennaio 2007, il Ministero dell’Interno ha approvato i requisiti degli organismi formatori, del programma e delle modalità di svolgimento dei corsi di formazione, rivolti ai rivenditori e agli installatori di bombole GPL, come previsto dall'articolo 11 del decreto legislativo 22 febbraio 2006, n. 128.

Il D.Lgs. 128/2006 ha riordinato la disciplina relativa all'installazione e all'esercizio degli impianti di riempimento, travaso e deposito di GPL, nonché all'esercizio dell'attività di distribuzione e vendita di GPL.
In particolare il comma 1 dell’art. 11 del D.Lgs. 128/2006  prevede che al fine di garantire la sicurezza antincendio nelle attività di installazione ed utilizzo delle bombole, ogni azienda distributrice di GPL in bombole provveda, mediante apposito corso di addestramento tecnico, “a far istruire i propri rivenditori sull'uso corretto dei recipienti e dei loro annessi, secondo le vigenti norme di sicurezza.”

Il decreto del Ministero dell’Interno 15 gennaio 2007, come previsto dal comma 3 dell’art. 11, stabilisce i  requisiti degli organismi autorizzati a svolgere i corsi e le modalità di effettuazione degli stessi.

I corsi potranno essere svolti dai vigili del Fuoco o da società qualificate autorizzate dal Ministero dell’Interno (organismi autorizzati).
Per ottenere l’autorizzazione le società dovranno presentare una istanza  contenete la documentazione prevista dall’art. 3 del decreto.
Tra i requisiti richiesti per ottenere l’autorizzazione è previsto che le società richiedenti debbano disporre di un corpo docente formato  da almeno tre persone che siano in possesso, alla data  di  presentazione della domanda, di uno dei seguenti requisiti:
a) laurea ad  indirizzo tecnico o diploma di scuola  media superiore a indirizzo tecnico, unitamente  ad  una  comprovata esperienza  almeno  biennale nel settore del GPL, maturata attraverso lo  svolgimento di prestazioni tecniche presso enti, società o studi professionali;
b) laurea ad  indirizzo tecnico  o  diploma  di  scuola  media superiore   a   indirizzo  tecnico,  unitamente  all'attestazione  di proficua  frequenza  del  corso  di  addestramento  per  addetti alla direzione  dei depositi di GPL ai sensi del punto 13.1.4, lettera b), dell'allegato  al  decreto del Ministro dell'interno 13 ottobre 1994.

Il corso di formazione non deve durare meno di otto ore, compresa la verifica finale teorico-pratica. L’intervento formativo deve essere svolto in classi con un numero di frequentanti non superiore a 20. Ai partecipanti  deve essere fornito materiale didattico esaustivo dei temi trattati.

Il decreto precisa, tra gli altri, i requisiti della commissione esaminatrice, della prova teorico pratica (questionario a risposta multipla di 20 domande, due esercitazioni) e della documentazione da conservare.
I contenuti minimi del programma formativo sono indicati nell’allegato 1 del decreto. Tra gli argomenti obbligatori vi sono:
-Nozioni  fondamentali  sulle  caratteristiche  del  GPL e sulla combustione
-Apparecchiature e materiali (es. bombole, rubinetti e valvole, regolatori di pressione);
-Installazione di bombola singola;
-Altre tipologie di installazione (sostituzione di bombola vuota con altra piena, installazione di bombole tra loro collegate: centraline);
-Verifiche e controlli;
-Istruzioni per l'utente e situazioni di emergenza;
-Nozioni sulla etichettatura delle bombole;
-Mezzi di estinzione dell'incendio;
-Esercitazione pratica sull'utilizzo degli estintori.

I partecipanti ai corsi che superano le prove finali ricevono l'attestato di idoneità e à sono inseriti in un apposito elenco tenuto aggiornato dall'organismo autorizzato allo svolgimento dei corsi.

Per gli attestati già rilasciati, il decreto 15 gennaio 2007 stabilisce che restano validi gli  attestati di  idoneità rilasciati dagli organismi abilitati ai sensi di quanto stabilito dalla previgente regolamentazione  in  materia. Entro la data di entrata in vigore del Decreto, (7 febbraio 2007),  gli organismi provvedono ad adeguarsi alle disposizioni contenute nel decreto.

Tutte le news
  Prodotti
Cassaforte Star
Vedi »
Veicolo BAI Polisoccorso -...
Vedi »
Polvere estinguente abc 40%...
Vedi »
Smaltimento rifiuti
Vedi »
Lampada di emergenza Mica...
Vedi »
Manometro digitale per...
Vedi »
Comunicatore ADSL-IP PSTN...
Vedi »
Sistema di registrazione e di...
Vedi »
Casco antincendio boschivo...
Vedi »
Protezioni antiurto con anima...
Vedi »
Vedi tutti i prodotti...

DAITEM WoltersKluwer.it Mega Italia Media LibriSicurezza.it