LOGO - Home Page
Alcuni partner di Safetal - Scopri come diventare Partner!

Condividi questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!

Torino, al via costruzione nuovo termovalorizzatore


Sarà completato entro febbraio 2012 e potrà smaltire 421 mila tonnellate di rifiuti ogni giorno.

Un impianto di nuova generazione e ambientalmente compatibile autorizzato per lo smaltimento di 421mila tonnellate di rifiuti all'anno. E' il nuovo termovalorizzatore di Torino che sarà realizzato in località Gerbido. Oggi, la posa della prima pietra e la presentazione del cantiere da parte di Trm, Trattamento Rifiuti Metropolitani, società responsabile della progettazione, realizzazione e gestione dell'impianto. Sono 931 i giorni di lavoro previsti per il completamento dell'opera: si comincia dal corpo principale, incluse le tre linee di forni e caldaie e di trattamenti fumi (termine previsto febbraio 2012). In contemporanea, viene costruito l'edificio polifunzionale e successivamente la palazzina per il personale. A gennaio 2013, terminata la costruzione, l'impianto entrera' in esercizio provvisorio per tutto l'anno, poi si passerà alla fase di esercizio commerciale a seguito dei test di verifica del corretto funzionamento. Progettato su tre linee, l'impianto si avvale di tecnologie di nuova generazione che assicurano il controllo costante della combustione e del ciclo termico, la sorveglianza del processo di raffreddamento dei fumi per il recupero energetico e l'abbattimento delle sostanze inquinanti con monitoraggio ridondato delle emissioni.

"Questo impianto - ha spiegato l'amministratore delegato di Trm, Bruno Torresin - è stato progettato secondo le più moderne tecnologie che ne garantiscono la sostenibilitaà ambientale. Il termovalorizzatore è autorizzato per smaltire ogni anno fino a 421mila tonnellate di rifiuti residui dalla raccolta differenziata, rifiuti che attualmente sono conferiti in discarica". Ogni anno il termovalorizzatore del Gerbido potrà fornire energia elettrica per 175mila famiglie di 3 persone (350mila MWh/anno), riscaldare 17mila abitazioni da 100mq (170mila MWh/anno) e permettere il risparmio di oltre 70mila tonnellate di combustibile tradizionale. Innovativo il sistema di finanziamento, realizzato per la prima volta in Italia per un'infrastruttura, in project finance. L'impegno finanziario complessivo da parte di Trm per progettazione, costruzione ed esercizio provvisorio è stimato in 503 milioni di euro (90 milioni di euro messi a disposizione dai soci e un finanziamento bancario da 413 milioni in project finance).

All'esterno dell'area del cantiere, stamani, alcune decine di persone hanno manifestato con striscioni e slogan contro la costruzione dell'inceneritore. "A chi contesta - ha detto il presidente della Provincia di Torino, Antonio Saitta - dico che chi ha paura è disinformato. Come amministrazione seguiremo la costruzione dell'impianto. La sicurezza per i cittadini è garantita".
 
Fonte: Ambiente.it

Tutte le news
  Prodotti
Smaltimento rifiuti
Vedi »
Lampada di emergenza Mica...
Vedi »
Protezioni antiurto con anima...
Vedi »
ART - Operatori...
Vedi »
Tasto singolo a sfioramento...
Vedi »
AF PANEL
Vedi »
Manometro digitale per...
Vedi »
Sistema di gestione della...
Vedi »
Sistema di registrazione e di...
Vedi »
Centrale rilevazione gas a 16...
Vedi »
Vedi tutti i prodotti...

DAITEM WoltersKluwer.it Mega Italia Media LibriSicurezza.it