LOGO - Home Page
Alcuni partner di Safetal - Scopri come diventare Partner!

Condividi questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!

28/04/2010 - Convegno CNA, UNI e CEI: innovazione tecnologica ed ecosostenibilità elementi fondamentali per la ripresa economica


Innovazione tecnologica, attenzione per l'ambiente, efficienza energetica. Saranno questi fattori, secondo quanto emerso dal convegno "Uscire dalla crisi: strategie e prospettive per il mercato dell'impiantistica" svoltosi venerdì 16 aprile a Milano, a costituire il volano per la ripresa economica delle imprese impiantistiche italiane.

Il convegno si è tenuto in occasione della giornata di studio Renzo Sangiorgi promossa da CNA Installazione e Impianti con il patrocinio di UNI e CEI.
La conferenza ha visto la partecipazione di Alessandro Santoro (Direttore Generale UNI), Roberto Bacci (Direttore Generale CEI), Franco Bianchi (Presidente Nazionale CNA Installazione Impianti), Lorenzo Bellicini (Direttore Cresme), Francesco Castorina (Segretario Generale CIG) e Ivan Malavasi (Presidente Nazionale CNA).

Il Presidente Nazionale della CNA, in una considerazione sull'attuale situazione dell'Italia, dichiara: "Risparmio energetico e basso impatto ambientale sono elementi fondamentali per il rilancio del settore dell'impiantistica e dell'edilizia. Dispiace tuttavia constatare che in Italia le ditte che sviluppano sistemi per la produzione di energie rinnovabili, quali i pannelli fotovoltaici o le tecnologie eoliche, non siano numericamente e dimensionalmente rilevanti, specialmente se paragonate ad altre nazioni dell'Europa. Sarebbe opportuno che lo Stato incentivasse maggiormente la ricerca dalla quale possano scaturire iniziative imprenditoriali di questo genere".

I relatori dopo un'attenta analisi delle dinamiche che hanno causato la crisi che ha investito il mercato dell'impiantistica, un settore che conta secondo le ultime stime circa 230.000 imprese di installazione di impianti elettrici, termoidraulici e generici, hanno delineato gli scenari e le possibili strategie per fronteggiare la flessione del comparto e aprire nuove prospettive per lo sviluppo di un settore dalle grandi potenzialità.

Le imprese impiantistiche attive su tutto il territorio nazionale rappresentano una risorsa fondamentale per lo sviluppo dell'economia italiana: sono infatti realtà che hanno contribuito a creare ricchezza e occupazione. I dati Istat relativi al decennio 1991-2001 delineano chiaramente l'andamento di un settore che, seguendo il trend positivo del mercato delle costruzioni, è cresciuto significativamente registrando un progressivo aumento nel numero di imprese (+75%) e degli occupati (+53%).
Il ridimensionamento del mercato dell'edilizia, che registra una flessione per il quarto anno consecutivo dal 2007, si è ripercosso inevitabilmente sul settore dell'impiantistica.
Un'indagine del CRESME sui bilanci di 1000 imprese della filiera delle costruzioni ha evidenziato come già nel 2008, l'11% di queste fosse condizionato da margini operativi negativi e perdite di bilancio, e il 12% da margini operativi positivi e perdite di bilancio dovute a esposizioni finanziarie.

Secondo le previsioni più ottimistiche il comparto residenziale dovrebbe tornare a crescere nel biennio 2012-2013 grazie agli effetti positivi di politiche governative per favorire l'ampliamento delle unità immobiliari esistenti e la costruzione di nuove unità in regime di edilizia convenzionata. Questa tendenza sembrerebbe confermata anche dal crescente numero di domande per la defiscalizzazione degli interventi di ristrutturazione e risparmio energetico, cresciute nel 2009 del 16%, valore massimo raggiunto dal 1998, anno in cui sono state introdotte le agevolazioni.
 
La riqualificazione del patrimonio immobiliare esistente e l'innovazione tecnologica saranno dunque i motori del prossimo ciclo edilizio e favoriranno la crescita del settore dell'impiantistica. In questo contesto l'Energy Technology, l'Innovation Communication Technology e il Facility Management avranno un ruolo sempre più rilevante. L'innovazione, la formazione e l'aggiornamento professionale, la promozione di scelte imprenditoriali orientate alla qualità, saranno fondamentali per fare emergere le eccellenze e permettere agli installatori di impianti di distinguersi dalla concorrenza.
Le imprese di impiantistica che vorranno competere e restare sul mercato dovranno conoscere le tecnologie e i nuovi approcci della produzione edilizia, ormai sempre più orientata a concetti di ecosostenibilità e di efficienza energetica.
Il risparmio energetico, la domotica e i nuovi modelli di architettura a tutela dell'ambiente funzioneranno da catalizzatori per l'evoluzione del settore delle costruzioni e dunque dell'impiantistica stessa.
La riqualificazione del patrimonio immobiliare secondo criteri di ecosostenibilità grazie all'introduzione di nuovi materiali, sistemi di climatizzazione ad alta efficienza energetica, nuovi software di ausilio alla progettazione per calcolare l'effettivo fabbisogno energetico degli edifici imporranno agli impiantisti e ai progettisti di percorrere strade alternative rispetto a quelle seguite sino ad oggi.

Secondo Franco Bianchi, Presidente Nazionale CNA Installazione Impianti, le imprese di impiantistica dovranno favorire la diffusione di una cultura orientata all'efficienza energetica e alla salvaguardia ambientale. Solo governando il processo di innovazione tecnologica il settore dell'impiantistica sarà in grado di avere un ruolo di primo piano nella progettazione edilizia: "Negli ultimi dieci anni uno dei principali temi del cambiamento del settore delle costruzioni sta nella crescita di funzione e di importanza del comparto dell'installazione di impianti che è significativamente cresciuto sia in termini di numero di imprese, sia per quanto riguarda il numero degli occupati. In un contesto, dove le imprese artigiane sono l'85% del totale ed occupano il 67% della manodopera, è evidente il ruolo che giocherà il nostro settore nei nuovi scenari di mercato che saranno maggiormente caratterizzati dall'adeguamento del patrimonio immobiliare esistente ai nuovi standard di efficienza energetica ed al maggiore uso di tecnologia nelle abitazioni. Tutto ciò, però, comporterà l'esigenza di una maggiore qualificazione, formazione ed aggiornamento da parte degli operatori".

Per ulteriori informazioni:

    CNA Installazione Impianti
    Via G. A. Guattani, 13 - 00161 Roma
    Tel. 06/441881
    Email: installazione.impianti@cna.it
 
Fonte: UNI
Tutti gli articoli UNI
  Prodotti
Effetto ventosa: video...
Vedi »
Sistema di gestione della...
Vedi »
Protezioni antiurto con anima...
Vedi »
Centrale rilevazione gas a 16...
Vedi »
AF PANEL
Vedi »
Manometro digitale per...
Vedi »
Casco antincendio boschivo...
Vedi »
Cassaforte Star
Vedi »
TESTO UNICO DI SICUREZZA DEL...
Vedi »
Lampada di emergenza Mica...
Vedi »
Vedi tutti i prodotti...

160x600 SKYSCAPER Docente Formatore
DAITEM WoltersKluwer.it Mega Italia Media LibriSicurezza.it