LOGO - Home Page
Alcuni partner di Safetal - Scopri come diventare Partner!

Condividi questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!

20/01/2011 - Installazioni per spettatori in ambienti sportivi: novità in corso


Durante l'ultima riunione internazionale che il CEN/TC 315 “Spectator facilities” ha tenuto a Madrid il 3 e 4 dicembre 2010, il Comitato ha deciso di procedere alla revisione della norma europea EN 13200-1 "Installazioni per spettatori - Parte 1: Criteri di disposizione degli spazi di osservazione per spettatori - Specifiche", che quest'anno compie ormai 5 anni dalla data di pubblicazione. Il settore è in grande fermento perché a livello europeo e internazionale sono in discussione i prossimi campionati europei di calcio UEFA 2012, assegnati formalmente a Polonia e Ucraina.
I due paesi hanno dovuto sostenere i controlli da parte dell'UEFA (Union of European Football Associations), la quale ha mostrato alcune perplessità in merito all'organizzazione dell'evento.
 
Sembra infatti che non si siano raccolte sufficienti sponsorizzazioni per garantire la costruzione dei nuovi stadi e la Polonia ha per questo chiesto pubblicamente che la consegna dei nuovi stadi destinati alla manifestazione possa venire ritardata al 2011, e non avvenire entro il 2010 come richiesto dai regolamenti UEFA per esaminare il rispetto dei requisiti. Questa situazione di incertezza potrebbe anche portare al fallimento del progetto dei due paesi dell'Est europeo e la riassegnazione della manifestazione ad altri paesi: in questo caso la decisione spetterebbe all'assemblea dell'UEFA. Tra i candidati sconfitti ci sono l’Italia e la Croazia/Ungheria.
 
Per quanto riguarda i criteri adottati per la valutazione dei nuovi impianti sportivi, l'UEFA ha recepito anche quanto proposto nella normativa tecnica EN 13200-1, che si rivela quindi un documento utile anche in occasione di grandi manifestazioni sportive.
La norma riguarda i requisiti di progettazione per quelle installazioni destinate agli spettatori in luoghi ricreativi permanenti o temporanei, compresi stadi, palestre, installazioni al chiuso e all’aperto allo scopo di consentirne la funzionalità. Le installazioni per gli spettatori, ai fini della norma EN 13200, sono tutte quelle zone di raduno comprendenti un’area di attività sportiva, un’area di osservazione e un’area riservata ai servizi. Sono incluse tutte le aree dove si riunisce il pubblico, al chiuso e all’aperto, in modo permanente o temporaneo, per assistere a eventi sportivi, spettacoli di intrattenimento o di varia natura.
 
La prima versione del progetto di norma prEN 13200-1 per l'inchiesta pubblica potrebbe essere disponibile nei primi mesi del 2011, in vista della pubblicazione della norma revisionata entro la fine del 2012.
Il Comitato tecnico CEN/TC 315 è gestito a livello europeo con segreteria UNI e presidenza italiana. A livello nazionale gli sviluppi normativi sono seguiti dal Gruppo di lavoro UNI "Spazi e servizi per spettatori" della Commissione Impianti ed attrezzi sportivi e ricreativi.
Gian Luca Salerio
Responsabile Divisione Sanità, alimentazione, materiali e beni di consumo
normazione@uni.com
Diffusione UNI
tel. 0270024200, fax 025515256
e-mail: diffusione@uni.com
  Fonte: UNI
Tutti gli articoli UNI
  Prodotti
Cassaforte Star
Vedi »
Comunicatore ADSL-IP PSTN...
Vedi »
Effetto ventosa: video...
Vedi »
AF PANEL
Vedi »
Sistema di allarme anti...
Vedi »
Sistema di gestione della...
Vedi »
Sistema di registrazione e di...
Vedi »
Tasto singolo a sfioramento...
Vedi »
Centrale rilevazione gas a 16...
Vedi »
Protezioni antiurto con anima...
Vedi »
Vedi tutti i prodotti...

160x600 TESTO UNICO 5a Edizione
DAITEM WoltersKluwer.it Mega Italia Media LibriSicurezza.it