LOGO - Home Page
Alcuni partner di Safetal - Scopri come diventare Partner!

Condividi questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!

15/10/2009 - Marchio europeo di qualità ecologica per materassi da letto e coperture dure per pavimenti


Dopo una serie di provvedimenti pubblicati lo scorso luglio in Gazzetta ufficiale europea relativi all'applicazione dell'Ecolabel per prodotti quali calzature, servizi di campeggio, ricettività turistica, prodotti tessili e tessuto carta (vedi articolo), sono state successivamente pubblicate altre due decisioni della Commissione che stabiliscono i criteri per l'assegnazione del marchio comunitario di qualità ecologica ai materassi da letto e alle coperture dure per pavimenti e che, nel testo, riportano numerosi riferimenti a norme tecniche.
 
Materassi da letto. Il gruppo di prodotti comprende i materassi a molle e i materassi dotati di rivestimenti amovibili e/o lavabili. Definiti come "prodotti che offrono una superficie per coricarsi o riposarsi e destinati ad uso interno" i materassi sono costituiti da un involucro di tessuto imbottito di materiali, dalle imbottiture che possono comprendere la schiuma di lattice, la schiuma di poliuretano e le molle e dalle basi letto in legno che li supportano. I criteri ecologici definiti nel provvedimento sono volti a promuovere l'uso di materiali sostenibili, a limitare l'uso di composti ecotossici, a limitare il livello di residui tossici, a limitare il contributo dei materassi all'inquinamento dell'aria interna, oltre a promuovere un prodotto più duraturo e conforme ai sei principi RI (RI-pensare il prodotto e le sue funzioni. RI-durre il consumo di energia e di materiali. RI-utilizzare. RI-ciclare. RI-parare. RI-mpiazzare le sostanze pericolose con alternative più sicure).
 
Nel testo sono numerosi i rimandi a norme tecniche europee e internazionali. Per citarne alcune: la EN ISO 14184-1 che specifica un metodo per la determinazione del contenuto di formaldeide nei tessuti (UNI EN ISO 14184-1:2000), la EN ISO 16000-5 volta alla pianificazione delle misurazioni dell'inquinamento da composti organici volatili in ambienti confinati (UNI EN ISO 16000-5:2007), la EN 622-1 sulle caratteristiche comuni dei vari tipi di pannelli di fibra di legno (UNI EN 622-1:2004), la EN 13986 che definisce i pannelli a base di legno per l'utilizzo nelle costruzioni e specifica le relative caratteristiche e i metodi di prova (UNI EN 13986:2005), la EN 1957 che specifica i metodi di prova per la determinazione della durabilità e della durezza dei materassi e di tutti i tipi di letti domestici completi con i materassi in condizioni d'uso (UNI EN 1957:2001). (Decisione della Commissione, del 9 luglio 2009, che stabilisce i criteri ecologici per l'assegnazione del marchio comunitario di qualità ecologica ai materassi da letto - GUUE n. L203 del 5 agosto 2009)
 
Coperture dure. Fanno parte di questo gruppo prodotti duri - per uso interno o esterno - che non hanno una rilevante funzione strutturale: pietra naturale, agglomerati lapidei, masselli, marmette di graniglia, piastrelle in ceramica e laterizi. I criteri possono applicarsi alle coperture sia di pavimenti che di pareti se il processo di produzione è identico e se si utilizzano gli stessi materiali e gli stessi metodi di fabbricazione. I criteri ecologici mirano a promuovere la riduzione degli impatti sugli habitat e sulle rispettive risorse, la riduzione del consumo di energia, la riduzione delle sostanze tossiche o inquinanti rilasciate nell'ambiente, la riduzione dell'uso di sostanze pericolose nei materiali e nei prodotti finiti, la sicurezza e l'assenza di rischi per la salute nell'ambiente abitativo, le informazioni che consentano al consumatore di usare il prodotto in maniera efficiente, riducendo al minimo l'impatto ambientale complessivo. Oltre a citare i comitati tecnici europei CEN/TC 246 "Natural stones", CEN/TC 178 "Paving units and kerbs", CEN/TC 229 "Precast concrete products" e CEN/TC 67 "Ceramic tiles", nel testo del provvedimento si fa riferimento anche a numerose norme tecniche tra le quali troviamo la EN 12670 sulla terminologia delle pietre naturali (UNI EN 12670:2003), la EN 14618 relativa alla terminologia e alla classificazione delle pietre agglomerate (UNI EN 14618:2005), la EN ISO 10545-15 che descrive un metodo per la determinazione del piombo e cadmio ceduto dalle piastrelle smaltate di ceramica (UNI EN ISO 10545-15:2000).
 
(Decisione della Commissione, del 9 luglio 2009, che stabilisce i criteri ecologici per l'assegnazione del marchio comunitario di qualità ecologica alle coperture dure - GUUE n. L208 del 12 agosto 2009)
 
L'Ecolabel (Regolamento CE n. 1980/2000) è il marchio europeo di qualità ecologica che premia i prodotti e i servizi migliori dal punto di vista ambientale; è uno strumento volontario, selettivo e con diffusione a livello europeo, che attesta che il prodotto- o il servizio- ha un ridotto impatto ambientale nel suo intero ciclo di vita.
La richiesta del marchio Ecolabel è del tutto volontaria. I fabbricanti, gli importatori o i distributori possono richiedere l'Ecolabel, una volta verificato il rispetto dei criteri da parte dei prodotti. Clicca qui per visualizzare le informazioni relative all'ottenimento dell'Ecolabel.

Fonte: UNI
Tutti gli articoli UNI
  Prodotti
Lampada di emergenza Mica...
Vedi »
AF PANEL
Vedi »
Comunicatore ADSL-IP PSTN...
Vedi »
TESTO UNICO DI SICUREZZA DEL...
Vedi »
Casco antincendio boschivo...
Vedi »
Manometro digitale per...
Vedi »
Polvere estinguente abc 40%...
Vedi »
Sistema di registrazione e di...
Vedi »
Smaltimento rifiuti
Vedi »
Veicolo BAI Polisoccorso -...
Vedi »
Vedi tutti i prodotti...

160x600 TESTO UNICO 5a Edizione
DAITEM WoltersKluwer.it Mega Italia Media LibriSicurezza.it