LOGO - Home Page
Alcuni partner di Safetal - Scopri come diventare Partner!

Condividi questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!

07/01/2010 - Prodotti sicuri: partono i lavori per una guida internazionale


Si è riunito per la prima volta a Toronto, in Canada, il nuovo Project Committee ISO che ha come obiettivo l'elaborazione di una norma internazionale volta a prevenire lo sviluppo e la commercializzazione di prodotti che potrebbero presentare dei rischi per la salute e la sicurezza dei consumatori.
La futura norma fornirà pratiche linee guida ai fornitori di beni di consumo, che potranno così ridurre i rischi associati ai loro prodotti e, allo stesso tempo, far crescere la fiducia dei consumatori, promuovendo nel contempo il commercio e la competitività.
 
Al momento sono circa 23 i paesi che partecipano ai lavori dell'ISO/PC 243 "Consumer product safety" e sono più di 20 gli esperti che hanno partecipato attivamente alla prima riunione, provenienti da Australia, Canada, Cina, Giappone e Repubblica di Corea.

Uno dei principali temi discussi è stato il campo di applicazione della futura norma. In particolare, i partecipanti hanno studiato la definizione di ciò che costituisce un "prodotto di consumo" e se includere o escludere beni come il tabacco, i farmaci e i prodotti alimentari. Tra i suggerimenti emersi nel corso dell'incontro, quello di elaborare la norma in una prospettiva ampia e flessibile. Elizabeth Nielsen, presidente dell'ISO/PC 243 ha spiegato che "i Governi che adotteranno o faranno riferimento alla futura norma nella loro legislazione potranno meglio definire a che prodotti sarà possibile applicarla, a seconda della situazione del paese e la regolamentazione in vigore". In Europa tuttavia la legislazione in materia di sicurezza dei prodotti e le norme tecniche esistenti costituiscono già i vincoli di base per tutti i beni di consumo. La necessità di un documento normativo così trasversale e generale nasce prevalentemente per influenzare quei paesi che non hanno ancora una cultura normativa avanzata, ma potrebbe rendersi utile anche in quelli che hanno legislazioni ad hoc in materia, se conterrà elementi innovativi.
 
L'ISO/PC 243 è stato creato a seguito di una iniziativa del gruppo di lavoro del Comitato ISO per la politica dei consumatori (COPOLCO), che ha l'obiettivo di ridurre i rischi connessi ai beni di consumo. Le statistiche sui danni e sulle lesioni provocate dai prodotti di consumo in Europa, Nord America e Paesi della regione del Pacifico, rivelano che i problemi di progettazione, i malfunzionamenti e inadeguate informazioni sulla sicurezza dei prodotti sono associati a numerosi rischi accidentali.
La norma internazionale fornirà linee guida universalmente applicabili e strumenti pratici per identificare, valutare ed eliminare o ridurre i rischi potenziali per la sicurezza, al fine di poterli affrontare prima di immettere i prodotti sul mercato. Fornirà altresì una guida a tutte le parti coinvolte nella catena di distribuzione dei beni di consumo: progettisti, fabbricanti, importatori, distributori, rivenditori, ecc..
Diminuire gli incidenti evitabili, favorire la fiducia dei consumatori, fornire un parametro internazionale per facilitare l'accesso ai mercati, servire come complementare agli approcci legislativi, offrire un sistema di sicurezza dei prodotti, uniformare le regole del gioco, educare i fornitori: questi i risultati che seguiranno l'applicazione della futura norma.
 
La prima riunione dell'ISO/PC 243 è stata ospitata dalla Canadian Standards Association (CSA), che detiene la segreteria del Project Committee per conto dello Standards Council of Canada, membro ISO. La prossima riunione - una web conference - è prevista per i primi di febbraio 2010.
 
A livello nazionale questa attività verrà monitorata dal nuovo gruppo di lavoro "Beni di consumo", costituito in UNI nell'ambito della Divisione Sanità, alimentazione, materiali e beni di consumo. Tale gruppo seguirà tra l'altro altre nuove tematiche di grande attualità come la contraffazione, gli strumenti e i dispositivi di autenticazione dei prodotti, il commercio transfrontaliero di beni di consumo di seconda mano, il richiamo dei prodotti.

Per accedere alle informazioni relative al gruppo di lavoro UNI “Beni di consumo”, i soci interessati possono fare richiesta ed essere inseriti nel gruppo inviando una email a soci@uni.com.

Per informazioni tecniche sull'attività del nuovo Gruppo di lavoro UNI:
Divisione Sanità, alimentazione, materiali e beni di consumo
e-mail: beniconsumo@uni.com
Per ulteriori informazioni:
CEN-Comitato europeo di normazione
Marie Poidevin
e-mail: marie.poidevin@cen.eu
Fonte: UNI
Tutti gli articoli UNI
  Prodotti
Sistema di gestione della...
Vedi »
Centrale rilevazione gas a 16...
Vedi »
Veicolo BAI Polisoccorso -...
Vedi »
Sistema di allarme anti...
Vedi »
Smaltimento rifiuti
Vedi »
Effetto ventosa: video...
Vedi »
Tasto singolo a sfioramento...
Vedi »
Polvere estinguente abc 40%...
Vedi »
Cassaforte Star
Vedi »
Lampada di emergenza Mica...
Vedi »
Vedi tutti i prodotti...

160x600 SKYSCAPER Docente Formatore
DAITEM WoltersKluwer.it Mega Italia Media LibriSicurezza.it