LOGO - Home Page
Alcuni partner di Safetal - Scopri come diventare Partner!

Cosa deve fare il coordinatore per l'esecuzione se il Committente non prende alcun provvedimento nei confronti delle imprese inadempienti?

 
Le nuove modifiche alla "Direttiva Cantieri" chiariscono non solo le funzione di controllo, ma anche i comportamenti che il Coordinatore deve avere in caso di inadempienza dell'impresa alle prescrizioni di sicurezza.
Infatti, in caso di continua e reiterata inottemperanza operativa dell'impresa, il Coordinatore deve:
  • segnalare all'impresa, tramite contestazione scritta, le difformità al piano(i) ed alle norme di sicurezza riscontrate nel cantiere;

  • in caso di inosservanza prolungata dell'impresa alla segnalazione formale, ed il mantenimento di situazioni irregolari, il Coordinatore informa il Committente della reticenza dell'impresa ad eseguire le disposizioni; parallelamente all'informativa, il Coordinatore segnala al Committente quali possono essere le azioni da intraprendere nei confronti dell'impresa (sospensione dei lavori, allontanamento dal cantiere, recessione del contratto) a secondo della gravità delle inadempienze riscontrate in cantiere.

  • in caso il Committente, dopo la segnalazione del Coordinatore, non adotti nessun provvedimento, senza peraltro fornire allo stesso una adeguata motivazione delle sue scelte, il Coordinatore deve dare segnalazione delle inadempienze direttamente alla AUSL ed al DPL territorialmente competenti, che provvederanno ad indagare sulle irregolarità segnalate. E' molto forte il cambiamento nel ruolo del Coordinatore che queste disposizioni introducono; soprattutto per il compito di "vigilanza" che gli viene assegnato, ed il suo riferimento diretto agli organi ispettivi quando il Committente non agisca, e non fornisca adeguata motivazione in merito alle sue decisioni. Queste nuove disposizioni risolvono l'annoso problema, da più parti sollevato, che vedeva l'incertezza del professionista quando, anche a fronte di ripetute e motivate segnalazioni al Committente, questi non solo non agiva, ma più spesso chiedeva al Coordinatore di "soprassedere", e di portare al termine il lavoro senza altre ingerenze. 
 
L'unica soluzione che rimaneva al professionista, quando non avesse voluto essere parte di un cantiere non a norma e di un tacito accordo tra Committente e Impresa, era quella di dimettersi dall'incarico. Scelta però sicuramente non favorevole al professionista che, benché corretto nell'ambito dell'applicazione delle norme, rischiava sempre più l'isolamento, a causa della sua non affidabilità. Le nuove disposizioni superano questa situazione di empasse, "obbligando" il Coordinatore a segnalare le inadempienze agli organi competenti, esonerandolo così dalle relative responsabilità, e lasciando alle AUSL ed ai DPL il compito di ispezionare e, se del caso, sanzionare.
  Prodotti
Manometro digitale per...
Vedi »
IGLE - HSE Mobile Data...
Vedi »
AF PANEL
Vedi »
Veicolo BAI Polisoccorso -...
Vedi »
ART - Operatori...
Vedi »
Cassaforte Star
Vedi »
Lampada di emergenza Mica...
Vedi »
Smaltimento rifiuti
Vedi »
Protezioni antiurto con anima...
Vedi »
Sistema di allarme anti...
Vedi »
Vedi tutti i prodotti...

160x600 SKYSCAPER Docente Formatore
DAITEM CorsiSicurezzaItalia.it Mega Italia Media LibriSicurezza.it