LOGO - Home Page
Alcuni partner di Safetal - Scopri come diventare Partner!

Il risparmio energetico

 
Risparmiare energia nella propria casa è un'esigenza che mette d'accordo, quasi per incanto, le più differenti istanze. Figure solitamente contrapposte, come ambientalisti e industriali, padroni di casa e inquilini, si trovano generalmente d'accordo sulla necessità di consumare meno energia in casa.
 
Un rapporto dell'ENEA (l'ente per le nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente) rivela che oltre il 15% dei consumi energetici nazionali è per la casa; inoltre, il 27% dell'inquinamento italiano deriva dai gas inquinanti di caldaie o altri apparecchi per il riscaldamento domestico.
 
Ciò che preoccupa maggiormente, nei dati forniti dall'ENEA, è la crescita del fabbisogno energetico: in circa vent'anni, il consumo medio di una famiglia è passato da 1800 a 3000 kW/ora. Le cause sono da individuarsi nell'abbondanza di apparecchi elettrici nella casa: non solo grandi elettrodomestici, ma anche videoregistratori, console, lettori DVD. Cose, insomma, che vent'anni fa neanche esistevano.
 
Oltre a questo, è risultato che gli italiani sono particolarmente spreconi sia per scarsa consapevolezza, sia perché moltissime abitazioni sono vecchie e non progettate secondo criteri di risparmio energetico. A questo proposito, uno studio del Ministero dell'Ambiente sostiene che si potrebbero contenere i consumi fino al 50%, operando su tre fronti: riscaldamento, acqua calda e elettricità.
 
Riscaldamento
Un migliore isolamento termico dell'edificio, tramite un sottotetto e doppi vetri termoisolanti, comporta un considerevole risparmio energetico. Essenziale è anche una regolare revisione della caldaia (ogni due anni), che porta a risparmiare fino al 5%.
Infine, ma non meno importanti, sono diverse norme di buon senso: non portare mai il riscaldamento oltre i 20° (in ottemperanza peraltro alla legge 10/91 sul risparmio energetico). Per ogni grado in più, infatti, i consumi crescono del 7%.
 
Illuminazione
Anche in questo caso è importante il buon senso. Utilizzare, ad esempio, lampadine a fluorescenza e non a incandescenza (quelle tradizionali) porta a un risparmio annuo stimato in 63 euro (130 mila lire) per un appartamento di 100 mq. Anche le lampadine alogene consumano molto poco, ma necessitano d lampade speciali.
 
Elettrodomestici
Gli elettrodomestici più avidi di energia sono frigorifero, lavastoviglie, forno e lavatrice. Sempre più diffusi, ma non certo abbastanza, sono gli elettrodomestici a basso consumo (le classi A o B). Esistono da poco anche gli Energy+, ancor più efficienti di quelli classe A (consumano circa il 30% in meno), ma per ora assai costosi.
Tra i principali accorgimenti per risparmiare energia, è sempre bene spegnere TV e videoregistratori anziché lasciarli in stand-by, e accendere lo scaldabagno solo prima di far la doccia (o quando serve effettivamente acqua calda).
  Prodotti
Lampada di emergenza Mica...
Vedi »
Tasto singolo a sfioramento...
Vedi »
Effetto ventosa: video...
Vedi »
AF PANEL
Vedi »
Manometro digitale per...
Vedi »
IGLE - HSE Mobile Data...
Vedi »
TESTO UNICO DI SICUREZZA DEL...
Vedi »
Centrale rilevazione gas a 16...
Vedi »
Veicolo BAI Polisoccorso -...
Vedi »
Sistema di gestione della...
Vedi »
Vedi tutti i prodotti...

160x600 SKYSCAPER Docente Formatore
DAITEM WoltersKluwer.it Mega Italia Media LibriSicurezza.it